K2 Games – Sviluppo sostenibile sul nostro tavolo

pubblicato in: Gioco ed Educazione | 0

K2 Games – Learning by playing è un progetto che nasce per giochi da tavolo e di simulazione per affrontare i temi delle emergenze ambientali e il loro impatto sulla salute e dello sviluppo sostenibile.

Il progetto è finanziato dal programma Erasmus+ e sostenuto dalle associazioni Insight_epd, associazione culturale di Martano (Le), insieme a CRISP (Germania), EEHYC (European environment and health youth coalition – Lithuania) e SRC (society for responsible consumption Romania).
Ne parliamo oggi con Miriam, uno dei membri dello staff del progetto!

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Ciao Miriam! Cominciamo con una domanda su di te: cosa fai nella vita e come hai conosciuto l’ambito ludico?

Ti rispondo dicendo che fino a qualche tempo fa ero completamente estranea al mondo del gaming: ho studiato lingue e sono appassionata di viaggi e di metodi di educazione non formale. 

Grazie a questo ho scoperto il mondo dei training course del programma erasmus plus, che mi ha dato la possibilità di formarmi e di fare esperienza all’estero con giovani da tutta europa. 

L’associazione Insight_epd, che si occupa da sempre di educazione non formale nell’ambito dei Programmi educativi della Commissione Europea, era a conoscenza di questi miei interessi.

Mi ha segnalato questo progetto e mi sono detta: l’ambito ludico non lo conosco proprio, forse è l’occasione giusta per vedere di cosa si tratta! Sono stata catapultata in un mondo di condivisione, creatività e passione che mi ha conquistato.

Come nasce l’idea di K2 Games e la collaborazione con Tou.play?

k2 Games – Learning by playing è un progetto di partenariato strategico di due anni, ed è nato con l’idea di fornire agli operatori giovanili degli strumenti educativi che risultino coinvolgenti e nuovi rispetto alla salute ambientale e al consumo sostenibile, come giochi da tavolo e giochi di simulazione. La collaborazione con i ragazzi di Tou.Play nasce dal momento che sei dei sette partecipanti italiani sono professionisti (sviluppatori, designer di board games e simulation games, youthworkers, formatori, ricercatori e autori) dell’associazione Tou.Play, e hanno messo in gioco le loro competenze e il loro entusiasmo nel progetto.

K2 Games propone già diversi titoli con delle caratteristiche assai peculiari: ti va di parlarcene?

Abbiamo sviluppato due giochi da tavolo e cinque giochi di simulazione, che puoi trovare disponibili gratuitamente qui.

I giochi sono pensati per essere utilizzati in contesti non formali e informali, nonché per supportare il lavoro degli insegnanti in contesti formali. 

Due esempi tra tutti: “K2 Pioneer City”, è un gioco da tavolo cooperativo (tipo eurogame) che può essere giocato da 3 o 4 persone. Affronta i temi del cambiamento ambientale, dell’inquinamento, del processo decisionale e del dibattito sulla sostenibilità.

In questo gioco, i giocatori ricevono una missione. Devono raggiungerla per vincere la partita. Per farlo, di solito devono scegliere tra rimuovere l’inquinamento e sviluppare la città. Hanno una quantità limitata di energia che può essere utilizzata e quindi devono discutere quale approccio sarebbe più adatto.

Poi un gioco di simulazione con due possibili fasi: “K2 Climate Negociations: ‘United Smoggia’ & ‘CoP – International Climate Negotiation’”, dove i giocatori assumono il ruolo di rappresentanti di diversi paesi che devono elaborare un accordo internazionale efficace. Questo accordo non dovrebbe solo soddisfare le intenzioni e i piani di tutti (ad esempio lo sviluppo economico nazionale), ma anche affrontare il clima cambiamento (ad es. mitigazione del clima, adattamento al clima, perdite e danni).

Alla fine della seconda giornata, il paese ospitante annuncia se l’accordo internazionale sviluppato sta effettivamente aiutando ad affrontare il cambiamento climatico o se si tratta di ‘affari come al solito’.

Quali progetti incredibili ci aspettano per il futuro?

Più di 25 persone provenienti da quattro paesi hanno lavorato a due giochi da tavolo, cinque giochi di simulazione e la guida per più di due anni. Al momento stiamo lavorando alla fase di traduzione dei giochi in quattro lingue, ci stiamo occupando della “dissemination”, ovvero di spargere la voce e di coinvolgere più persone possibili a giocare e utilizzare gli strumenti da noi creati con l’organizzazione di multiplier events.

Ti do una news in anteprima: stiamo programmando in futuro di adattare “K2 Pioneer City” per la versione online.

Ringraziamo ancora Miriam e Tou.Play e invitiamo tutti gli interessati sul sito di K2Games

Se volete continuare a seguirmi, potete aggiungervi al canale Telegram!
Ricordatevi di seguirmi su facebook mettendo like a questa pagina e soprattutto iscrivendovi a questo gruppo per ricevere le notifiche!
Se poi vi è piaciuto l’articolo, vi invito a leggere anche i seguenti:

-L’Ultimo Bianco: GDR e impegno ecologico
Entrare nel mondo del game design
La scienza della navigazione antica

-Il censimento dei maghi
-Draghi realistici – Darwin Fantasy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *